La ragazza-fringilla

fiabe Apr 21, 2017 No Comments

In un paese del nord visse una ragazza, che sapeva correre molto velocemente. Lei non aveva nessun voglia di sposarsi. Tanti uomini venivano a chiedere la sua mano, ma lei fu impassibile. Appena veniva a sapere che un altro sposo é diretto alla casa sua, lei subito scappava nel bosco. La voce su una ragazza strana, che nessuno riusciva ad ottenere, volò sul paese. Un giovane cacciatore, il quale era famoso per la sua determinazione, non ha mai conosciuto le sconfitte in tutte le cose che aveva fatto, decise si sposarla. Lui fu convinto del proprio successo per ciò si dirisse a casa sua. Non ha fatto il tempo d’entrare nella porta come la ragazza balzò fuori dal retro e si mise a correre verso il bosco, ridendo allegramente.

Il giovane la inseguì. La fuggiasca virtuosamente correva in mezzo agli alberi, lei perfettamente conosceva la strada ed evitava tutti gli frangiventi. Il giovano la inseguì con tutte le forze ma ma non riuscì ad accorciare la distanza.

“Si, lei é bravissima nel correre, ma io sono bravo nel cacciare,” – pensò il giovane, e nella mente sua nacque un piano.

Lui pensai di  intrappolarla sulla punta più alta delle montagne, catturarla nelle braccia e non lasciarla scappare mai più. Il cacciatore iniziò a compiere le manovre e riuscì a farla correre nella direzione voluta. Alla fine lei é salita in cima della punta e si é fermata in mezzo alle nuvole. La ragazza non voleva accettare la sconfitta. Lei sentiva come il giovane saliva e tra poco la raggiunge, quindi lei saltò… saltò nel alto. Le nuvole l’avevano colto e portarono via.

Il giovane cacciatore salì sulla montagna ma non trovò alcun traccia della ragazza. Lui si girò d’intorno, provò a chiamare, ma non ricevé nessuna risposta. Il giovane é rimasto in cima della montagna, circondato dalle nuvole. Lui abbassò la testa tristemente, pensando del accaduto. E, al improvviso, saltò giù. Lui volò solo per un attimo quando qualcuno lo avesse preso al volo e portò, delicatamente,  sulla terra. Era la stessa ragazza. Gli soffici nuvole, che la avevano nascosto, sono diventati due ali della ragazza, che ha voluto salvare il cacciatore orgoglioso. Lei vide in lui l’animo gemello, pensando, che anche lui non riuscí ad accettare la sconfitta.

Il giovane si scosse e guardò la ragazza.

– Ti ho preso, – disse con un sorriso furbo.

Alla ragazza é piaciuta la stoltezza romantica dello sposo e, la mattina dopo si sono sposati.

(La traduzione di Alessandro Ermak.)

Condividi con i tuoi amici:

Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to Yandex

Léa Ree